Uomini che Amano le Donne

Andrè Gorz e Dorine Keir. Uniti in vita e in morte

Eros e Thanatos, ἔρως καὶ θάνατος, non soltanto due divinità greche, bensì due facce della stessa medaglia; per Freud, pulsione di vita versus pulsione di morte, due forze primordiali indissolubilmente legate l’uno all’altra. Il “Vivente” e il “Morente”, oggetto di interesse fin dall’antichità. Shakespeare lo racconta nel suo dramma letterario “Romeo e Giulietta”, intriso di pathos erotico su …

Andrè Gorz e Dorine Keir. Uniti in vita e in morte Leggi tutto »

“La strega di Kiev”. Anna Achmatova

La sua bellezza, tramandata dalla storia dell’arte, – dagli schizzi di Modigliani, quasi tutti smarriti durante la Seconda Guerra Mondiale all’altero ritratto di Natan Altman, del 1914 – era abbagliante. Un corpo rubato alla statuaria, occhi penetranti e malinconici e naso aristocratico contribuirono ad accrescere il suo fascino sensuale che si narra fece invaghire di lei …

“La strega di Kiev”. Anna Achmatova Leggi tutto »

Gala e Dalí. Il fuoco sacro dell’eros.

Chi era Gala, la musa dei surrealisti?  Donna dal fascino ineluttabile e dalla vis erotica impetuosa, nata Elena Dimitrievna D’jakonova, è stata una mercante d’arte russa ma anche modella. Non bella secondo la bellezza canonica, aveva tratti arcigni ed era algida nonostante il fuoco le bruciasse l’anima. Eppure chi inciampava in un coup de foudre, …

Gala e Dalí. Il fuoco sacro dell’eros. Leggi tutto »

Søren Kierkegaard e Regine Olsen. Un amore consegnato all’immortalità

L’incontro Søren Kierkegaard aveva 24 anni e Regine 14 quando si incontrarono per la prima volta e fu colpo di fulmine. Lui era uno studente taciturno e riflessivo il cui pensiero era fortemente condizionato dalle sciagure familiari e dal padre. Si era convinto di essere stato maledetto e che qualche funesta sciagura si sarebbe abbattuta …

Søren Kierkegaard e Regine Olsen. Un amore consegnato all’immortalità Leggi tutto »

Una musa per un poeta: Jane Cooney Baker e Charles Bukowski

Raccolgo la gonna,raccolgo le perline scintillantinere,questa cosa che una volta si muovevaattorno alla carne,e do del bugiardo a Dio,dico che qualsiasi cosa che si muovevacosìo che sapevail mio nomenon dovrebbe mai morirenel senso comune di morire,e raccolgoil suo belvestito,tutta la sua bellezza andata,e parlo a tutti gli dei,dei ebraici, dei cristiani,frammenti di cose che lampeggiano,idoli, …

Una musa per un poeta: Jane Cooney Baker e Charles Bukowski Leggi tutto »

Fernando Pessoa e Ophelia Queiroz. Un amore fantasmatico.

Si incontrarono nella Lisbona degli anni venti, casualmente, in cima alle scale dell’ufficio, dove lui trentenne, schivo, totalmente dedito alla sua opera letteraria e non ancora conosciuto lavorava come traduttore commerciale, lei diciottenne, decisa ad affrancarsi dalla famiglia trovava impiego come dattilografa. L’incontro suscitò ilarità ad Ophelia a causa dell’abbigliamento stravagante di Fernando che indossava …

Fernando Pessoa e Ophelia Queiroz. Un amore fantasmatico. Leggi tutto »

Eternamente Nostri. Beethoven all’Amata Immortale.

Una delle più belle dichiarazioni d’amore di tutti i tempi, redatte durante un soggiorno per cure termali in Boemia. Un gruppo di tre lettere scritte il 6 e il 7 luglio 1812 che il compositore Ludwig van Beethoven, dedicò alla sua “Amata Immortale”. Fino a qualche tempo fa l’identità della donna era sconosciuta ma recenti studi …

Eternamente Nostri. Beethoven all’Amata Immortale. Leggi tutto »

Le lettere di Rainer Maria Rilke alla “gatta narcisista”

Così Freud amava chiamare colei che da allieva divenne una sua fidata collaboratrice e consigliera. Una delle donne che con il suo magnetismo fece capitolare la crème dei pensatori dell’epoca. Chi si cela dietro questo epiteto? Lou Andreas Salomè, dal nome evocativo e di fatto qualche testa l’ha fatta cadere anche lei, seppur in senso …

Le lettere di Rainer Maria Rilke alla “gatta narcisista” Leggi tutto »

Henry Miller e Anaïs Nin. Le infinite sfumature dell’eros

Anaïs Nin e Henry Miller si conoscono verso la fine del 1931. Anaïs, a cui piaceva definirsi “la donna bambina” ha ventotto anni, spagnola, esuberante, inquieta, intrappolata in un matrimonio borghese che lascia poco spazio all’immaginazione. Scrive un diario segreto che porta sempre con sé e in cui annota ogni più piccolo dettaglio e a …

Henry Miller e Anaïs Nin. Le infinite sfumature dell’eros Leggi tutto »

Eugenio Montale a Carla Fracci, ” la danzatrice stanca”

Oggi, 27 maggio 2021, all’età di 85 anni ci ha lasciato CARLA FRACCI, un mito della danza, anzi lei era la danza.  La prima ballerina assoluta così l’ha definita il New York Times nel 1981. Le parole che associo alla sua figura sono leggiadria, grazia, eleganza e tenacia. Quella tenacia che dalla sua famiglia di …

Eugenio Montale a Carla Fracci, ” la danzatrice stanca” Leggi tutto »

Torna su