Larici nel vento

“Larici nel vento” di Yuko Nikura, esprime perfettamente nel sottotitolo “versi in rima e libertà” il cuore dell’opera letteraria di questa talentuosa autrice, capace di attraversare e maneggiare con destrezza le più varie tecniche poetiche.

La raccolta è una ottima sintesi degli studi approfonditi dell’autrice sugli stili, le metriche e le rime, che si miscela meravigliosamente con l’indole passionale della stessa. Si alternano poesie con rime ricercate a poesie che esprimono immediatezza, rapide e incisive come le pennellate di un impressionista. I temi seguono il flusso dei pensieri e si sposano con lo stile scelto, di volta in volta, in un connubio perfetto, un ritmo che sembra seguire il battito del cuore.

La ricercatezza, mai ridondante, diventa erotismo puro, non volgare ma prezioso, che ci porta a viaggiare sui binari delle emozioni. Ci ritroviamo a volare “come un rapace e accarezzare i pendii nevosi, fischiare sulle punte e sulle creste dei monti di granito, oltre la soglia dei tremila metri sul pizzo Badile; vagare sui ghiacciai del Bernina per rivestirmi di suggestioni e di leggende”.

Per finire, non mancano i brani divertenti e dissacranti, che strappano un sorriso a chi ha voglia di vivere la vita con sufficiente disincanto. Un lavoro che desta grande curiosità per forma e contenuto.

Torna su